Audizioni, News

Alzare la detassazione del buono pasto per aiutare i lavoratori

Nell’ambito dell’esame del disegno di legge “Semplificazioni in materia di lavoro e legislazione sociale”, l’Associazione Nazionale delle Società Emettitrici di Buoni Pasto è stata audita il giorno 4 aprile 2024.

Il disegno di legge, atto 672 del Senato della Repubblica, presentato dalla senatrice Mancini, è particolarmente interessante per il nostro settore produttivo per la previsione all’articolo 7 comma 1 lettera b di aumentare l’importo detassato e decontribuito del buono pasto giornaliero da 8 a 10 euro.

L’audizione è stata l’occasione anche per presentare alcuni interessanti dati del mercato relativi al 2023: alla fine dell’anno, 3,5 milioni di lavoratori nel nostro Paese utilizzavano il buono pasto per la loro pausa pranzo, di cui il 20% nel pubblico impiego (700 mila persone). I buoni pasto sono offerti da più di 150.000 imprese ai propri collaboratori e vengono accettati da più di 170.000 esercizi convenzionati. Il fatturato delle imprese emettitrici si è assestato l’anno appena trascorso attorno ai 4 miliardi di euro, con una crescita superiore al 10% rispetto all’anno precedente. Il numero delle società che emettono buoni
pasto sta aumentando: nel 2020 si contavano 9 issuers, l’ultimo aggiornamento dell’elenco tenuto dal Mimit segnala 14 società al 20 dicembre 2023. Questi numeri restituiscono l’immagine di un mercato dinamico, aperto, in crescita.

Qui, il testo depositato per l’audizione: